Jacopo Benassi

Data: dal 20 aprile al 9 giugno 2019
Dove: Chiostri di San Pietro – Reggio Emilia

LEGAMI
Intimità, relazioni, nuovi mondi

Pochi artisti come [Jacopo Benassi] negli ultimi anni si sono occupati di legami, relazioni e intimità. Ancor meno artisti hanno fatto dell’intimità, di quella vicinanza calda, talvolta scomoda, una condizione necessaria per la propria opera. Il corpus della mostra è composto da fotografie di corpi, di sculture antiche, e di calchi in gesso. […] [i corpi] di Jacopo vivono del calore del difetto, dell’errore, hanno la stessa fragilità del gesso, hanno la poesia e la consapevolezza di essere solo ombre terrene, sanno che il loro tempo su questa terra sarà brevissimo, sono esseri consapevolmente effimeri, anche quando ancora giovani.

Le statue ritratte da Jacopo sottolineano tutto questo. Sono quasi tutte in restauro, rotte, spezzate, piene di crepe anche laddove sono state rimesse assieme, così come i suoi corpi, compreso il suo che proprio durante la preparazione del progetto ha subito una “rottura”, immediatamente registrata dalla macchina fotografica.

Antonio Grulli

My Shopping Cart

Text paragraph

You can see how he solves his problems. You can also see what’s wrong. Young children, especially, have enormous creativity, and whatever’s in them rises to the surface in free play.

Progetti Recenti

  • Collettivo di Movimento Centrale Danza & Teatro di Fabriano (PU)